DOTT.SSA VALERIA GUERRA Psicologa Pedagogista Psicoterapeuta

Il Modello di Terapia Breve Strategica la cui evoluzione si deve agli studi e alle ricerche di Paul Watzlawick ( il massimo studioso della pragmatica della comunicazione ) e al Prof. Giorgio Nardone, psicologo- psicoterapeuta , direttore del Centro di Terapia Strategica di Arezzo, a differenza di altri approcci terapeutici si concentra su come funziona il problema, quali sono gli elementi che mantengono i sintomi per intervenire attivamente su di essi e rompere il circolo vizioso alla base della sofferenza psicologica.

Breve perché con  la durata dell’intervento (mediamente tra le 10 e le 15 sedute che puoi prenotare direttamente da qui) si riescono ad estinguere i sintomi e il disagio psicologico in maniera efficace: per esempio su alcuni dei disturbi più resistenti al cambiamento come i disturbi ossessivi compulsivi, i disturbi d’ansia e gli attacchi di panico.

Strategica perché, a seconda del problema e del soggetto, vengono usate strategie diverse.

La Terapia Breve Strategica è quindi un nuovo modello rivoluzionario rispetto alle forme convenzionali di intervento psicoterapeutico. Di fatto ricorre a raffinate tecniche di suggestione ipnotica, paradossi e trabocchetti comportamentali che mirano ad aggirare la resistenza al cambiamento del paziente, conducendolo a percepire la realtà in maniera completamente nuova e di conseguenza ad agire in modo non più disfunzionale. Quindi ha come obiettivo la ristrutturazione delle rappresentazioni e delle percezioni che il paziente ha di se stesso, degli altri, del mondo. Inoltre è un modello teorico e operativo che è applicabile anche a contesti interpersonali più ampi, e non solo clinici.


Facebook Page

Facebook
Instagram