DOTT.SSA VALERIA GUERRA Psicologa Pedagogista Psicoterapeuta

Creata da Viktor Emil Frankl (1905 – 1997) psichiatra e psicoterapeuta che ha vissuto personalmente l’estrema abiezione dei lager, è un modello psicoterapeutico che non si rivolge tanto ai conflitti istintuali, quanto alle dimensioni psico-noetiche; infatti si pone, come obiettivo primario, la riscoperta del significato (logos) dell’esistenza dell’essere umano.

 Il metodo si propone di condurre a una chiarificazione dell’esistenza in grado di dare sollievo al disagio e alla sofferenza, originati dalle varie forme di crisi esistenziali, in cui spesso viene a trovarsi l’uomo.

Pone l’accento sulle capacità di crescita insite in ciascun individuo; pone l’accento sul posto essenziale occupato dai valori; sulle nozioni di “scelta”, “decisione”, “responsabilità” nonché su quella di “futuro” inteso quale progetto dinamico della persona.

La Logoanalisi Esistenziale e la Logoterapia insegnano che se vivere è sofferenza, sopravvivere è trovare il senso di questa sofferenza”. La vita, ci ricorda Viktor Frankl, non cessa mai di avere un significato anche nelle situazioni più tragiche. L’analisi esistenziale frankliana è un’acuta meditazione sul senso e sul significato dell’esistenza che si incentra sulla spiritualità.

 I suoi contenuti sono costituiti dalle facoltà peculiarmente umane dell’auto-consapevolezza, dell’auto-distanziamento e dell’auto-trascendenza intenzionale.

La Logoterapia e l’Analisi Esistenziale hanno uno scopo preciso.

La Logoterapia ci aiuta a cercare, a trovare e a dare un significato alla nostra vita mentre l’Analisi Esistenziale ci consente di scoprire il senso della nostra vita passata e ci mette di fronte alle nostre responsabilità future. La Logoterapia in pratica ci fa percepire uno scopo e un perché della nostra vita. L’Analisi Esistenziale invece ci fa percepire la finalità della nostra vita come compito e ciò che determina il come vivere.


Facebook Page

Facebook
Instagram